Glossario

Harmonia Mentis - l'informazione che fa bene alla mente

Dolore al pene



Condividi su

Che cos'è il dolore al pene


Un dolore al pene può riconoscere un certo numero di cause, molto diverse tra loro. Tra queste, le più comuni sono:

  • priapismo: un'erezione anomala e persistente (oltre le 4 ore), non accompagnata da desiderio sessuale e molto dolorosa;
  • balanite: infiammazione del glande, che talvolta si estende alla pelle che lo ricopre (prepuzio) da cause infettive, chimiche (saponi troppo aggressivi) o da patologie come il diabete;
  • malattia di La Peyronie: si presenta in prevalenza tra i 40 e i 60 anni; è una fibrosi di alcune zone del pene, che ne impedisce la normale distensione in alcune aree, con conseguente incurvamento del pene e dolore;
  • sindrome di Reiter: chiamata anche artrite reattiva, è una sindrome infiammatoria cronica che colpisce, oltre alle articolazioni, agli occhi e al tratto urinario, anche i genitali, con infiammazione e desquamazione della pelle del pene. Si presenta più frequentemente negli uomini prima dei 40 anni;
  • infezioni: l'herpes genitale, la sifilide o la gonorrea possono causare dolore al pene, in genere dovuto principalmente a uretrite;
  • infine anche brufoli, morsi di insetti, traumi e tumori al pene possono indurre dolore.

Di tutte le possibili cause di dolore al pene, il priapismo è quella che deve essere riconosciuta con maggiore urgenza poiché, in genere, deve essere trattato chirurgicamente e nel più breve tempo possibile per non compromettere l'integrità dei tessuti penieni con perdita definitiva della funzione erettile. Fondamentalmente, può essere suddiviso in priapismo venoso, dovuto a malattie organiche o ad abuso di sostanze, e priapismo arterioso, in genere di natura traumatica. Nel primo caso è necessario un interveto d'urgenza (non oltre le 6-8 ore dall'insorgenza).

Anche in caso di malattia di La Peyronie è meglio intervenire in fase acuta poiché il trattamento farmacologico della fibrosi, con il tempo, diventa sempre meno efficace.

Sintomi del dolore al pene

  • Priapismo: il sintomo più evidente è l'erezione prolungata, spesso associata a forte dolore.
  • Balanite: sono presenti rossore del prepuzio e/o del pene, altre eruzioni sulla testa del pene, possibile presenza di secrezioni e/o di pus, dolore al pene e al prepuzio, bruciore accentuato dalla minzione.
  • Malattia di La Peyronie: dolore, spesso legato al momento dell'orgasmo, quando si ha massima estensione del pene, incurvamento del pene variabile a seconda della posizione della fibrosi.
  • Sindrome di Reiter: arrossamento, infiammazione e desquamazione della pelle del pene con dolore, associati a rigidità, dolore, gonfiore, calore e rossore delle articolazioni colpite e a infiammazione del tratto urinario (uretrite), che può causare bruciore nell'urinare e drenaggio di pus dalla fine del pene.






Torna all'elenco dei dolori


LOGINAccedi all'area riservata
Credits Note legali Privacy |   © Edra LSWR SpA 2013 - P.iva 08056040960