- News -

La salute nel piatto: 5 alimenti contro infiammazione e dolore

Sebbene l'infiammazione sia un processo naturale di difesa dell'organismo, è anche alla base di numerose malattie croniche e spesso correlata alla presenza di dolore. In aggiunta alle terapie antinfiammatorie e analgesiche standard, l'alimentazione può avere un ruolo chiave nel prevenire e controllare numerosi processi infiammatori e ossidativi, con un effetto benefico su tutto l'organismo.

L'infiammazione è il principale meccanismo di difesa del nostro organismo e non rappresenta di per sé un evento negativo. Tuttavia, l'infiammazione è anche un processo alla base di numerose malattie quali patologie cardiovascolari, muscoloscheletriche e autoimmuni. Le infiammazioni dell'apparato muscoloscheletrico, per esempio, possono insorgere a causa di un trauma a carico di ossa, articolazioni o muscoli, di una patologia infiammatoria locale, come una tendinite o una borsite, o generalizzata, come l'artrite reumatoide o la gotta. Dolori articolari e muscolari sono i sintomi tipici di queste condizioni patologiche. Infine, l'infiammazione è anche la risposta dell'organismo nei confronti di agenti patogeni esterni come virus e batteri, come nel caso di influenza, otiti o tonsilliti. In questi casi la febbre e una sensazione di malessere generale, accompagnate anche da una condizione generalizzata di dolore, sono elementi tipici del quadro clinico.

Qualsiasi sia la causa alla base dell'infiammazione è importante trattarla innanzitutto per limitare gli effetti negativi che ha sull'organismo, in secondo luogo per ridurre il dolore che spesso accompagna le condizioni infiammatorie. In aggiunta alle classiche terapie antinfiammatorie e analgesiche, anche l'alimentazione viene in nostro soccorso nel prevenire o migliorare uno stato infiammatorio. Le ricerche hanno ormai ampiamente confermato come alcuni alimenti svolgano un'azione antinfiammatoria e, contemporaneamente, aiutino ad aumentare il livello di energia, stimolare le funzioni cerebrali e bilanciare l'umore, con un effetto benefico complessivo su tutto l'organismo. Scopriamo di seguito 5 alimenti antinfiammatori che possono aiutare in caso di infiammazione e, più in generale, proprio per le loro proprietà benefiche dovrebbero essere presenti in una dieta equilibrata.


1. I vegetali a foglia verde

Gli ortaggi a foglia verde sono gli alimenti antinfiammatori per eccellenza: più scuro è il colore dei vegetali, maggiori sono le proprietà antiossidanti. Spinaci, crescione, bietole e bok choy sono solo alcune delle verdure a foglia verde che dovrebbero essere incluse nella dieta quotidiana. Oltre a essere una fonte preziosa di antiossidanti e a proteggere dai danni dell'infiammazione, i vegetali a foglia verde sono ricchi di flavonoidi e minerali alcalinizzanti, tutti composti che agiscono "spegnendo" l'infiammazione. Inoltre, le fibre contenute in questi alimenti hanno effetti positivi sulla flora intestinale. Gli alimenti a foglia verde possono essere consumati come contorno, ma anche essere utilizzati come base per un sugo (per es. il pesto) o un centrifugato.


2. I broccoli

Numerose ricerche hanno dimostrato le proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antitumorali dei broccoli, altro vegetale dal colore verde. Ricchi di flavonoidi e carotenoidi, antinfiammatori per eccellenza, e di potassio e magnesio, minerali alcalinizzanti in grado di "spegnere" l'infiammazione, i broccoli aiutano a contrastare gli effetti negativi dello stress e dei processi infiammatori, ma anche a controllare il peso corporeo. Attenzione al metodo di preparazione: una cottura eccessiva altera irrimediabilmente le preziose proprietà dei broccoli che, invece, andrebbero semplicemente sbollentati o saltati in padella per 2-3 minuti e consumati ancora croccanti.


3. Il sedano

Le proprietà antinfiammatorie e antiossidanti del sedano aiutano a migliorare il controllo della pressione sanguigna e possono avere effetti benefici nella prevenzione delle malattie cardiache. Il sedano è ricco di mannitolo, un composto che può essere efficace sui sintomi dell'artrite reumatoide. Inoltre, il sedano è ricco di potassio e di molti altri minerali utili a controllare i processi infiammatori.


4. La barbabietola

Ricca di antiossidanti, vitamine e minerali, tra cui magnesio e potassio, la barbabietola è un ottimo alimento antinfiammatorio. In aggiunta, la barbabietola è fonte di nitrati, composti indispensabili nei processi di guarigione e rigenerazione cellulare. Mangiata cruda o leggermente scottata al vapore, la barbabietola può aiutare l'organismo a controllare i processi infiammatori e accelerare i processi di riparazione cellulare.


5. Gli alimenti fermentati

Il 90% del sistema immunitario è costituito dai batteri intestinali, quindi i cibi fermentati aiutano ad aumentare l'effetto benefico di questi batteri. I crauti, per esempio, sono un esempio di verdura fermentata, ricca di milioni di probiotici e dal basso contenuto calorico. Tra le bevande naturali il kefir, un latte fermentato simile allo yogurt, è sicuramente l'alimento più ricco in fermenti utili per la salute dell'intestino e dell'organismo, ma anche completo perché contiene numerosi minerali e aminoacidi.


Fonte
: Top 5 Anti-Inflammatory Food Hacks. www.longevitylive.com/health-living/5-natural-anti-inflammatory-food-hacks


Pubblicato il 14 novembre 2017



www.angelini.it è il sito dedicato al gruppo Angelini e ai suoi prodotti


con il patrocinio di


LOGINAccedi all'area riservata