- Dolore al femminile -

Che cos'è l'endometriosi

Che cos'è l'endometriosi

L'endometriosi è una condizione piuttosto frequente nelle donne, specie in età fertile, ed è dovuta alla presenza di tessuto di tipo endometriale (il tessuto che normalmente riveste la cavità dell'utero) in sedi anomale. La localizzazione più frequente è nell'area pelvica, soprattutto nelle ovaie (dove può portare alla formazione di cisti, talvolta anche molto voluminose), nelle tube, sulla superficie esterna dell'utero, ma anche nell'intestino e nel peritoneo (il rivestimento interno dell'addome). Più raramente può colpire altri organi lontani dalla pelvi come polmoni, cervello e altri tessuti molli.

Le cause dell'endometriosi

Le cause dello sviluppo di questa malattia non sono ancora state chiarite. Emorragie mestruali prolungate o cicli abbreviati ne aumentano il rischio, così come fattori genetici e alcune sostanze inquinanti. Una delle condizioni maggiormente chiamate in causa nella genesi dell'endometriosi è la mestruazione retrograda, durante la quale una piccola parte del sangue mestruale risale attraverso le tube nella cavità addominale. Questo sangue contiene cellule vitali della mucosa uterina che, in determinate condizioni, possono sopravvivere nell'addome, aderire al peritoneo o ad altre strutture (vescica, intestino, ecc.) e crescervi.

Il tessuto endometriale, anche se presente in una sede anomala, tende a sanguinare come sanguina l'endometrio all'interno dell'utero durante la mestruazione. Tali sanguinamenti ciclici del focolaio endometriosico stimolano la continua irritazione del peritoneo e/o delle strutture adiacenti al focolaio, con conseguente formazione di cicatrici e aderenze. Con il passare del tempo, in genere, l'endometriosi progredisce; si formano nuovi focolai di mucosa e aumentando i disturbi. A ogni sanguinamento le zone endometriosiche provocano una reazione infiammatoria nell'area circostante. Ciò può determinare danni a carico dei tessuti e alterare la funzionalità degli organi colpiti.

La rottura di una cisti endometriosica, con perdita di sangue nella cavità addominale, può arrivare a determinare un grave quadro clinico chiamato "addome acuto". Anche la sterilità può esserne una conseguenza dell'endometriosi.

Sintomi dell'endometriosi

I sintomi dell'endometriosi sono molteplici ma, soprattutto negli stati precoci della malattia, possono essere completamente assenti. Quasi invariabilmente, però, l'endometriosi provoca dolore.

  • Dolore pelvico cronico e dolori durante i rapporti sessuali, che si accentuano in particolare in prossimità del flusso mestruale.
  • Dolori renali, dolori durante la defecazione o la minzione.
  • È possibile la comparsa di coliche.
  • Oltre ai dolori, molte donne lamentano anche sintomi poco specifici, come un senso generale di malessere, disturbi addominali diffusi, senso di pesantezza, mancanza di forza, stanchezza cronica e sbalzi dell'umore.